Divorzio giudiziale o contenzioso

divorzio giudiziale o contenzioso

Come accade per la separazione giudiziale, quando i coniugi non trovano un accordo su tutte le condizioni di divorzio, oppure quando uno dei coniugi non si rende disponibile a concedere all'altro l'assenso per il divorzio, il coniuge interessato a ottenere lo scioglimento del matrimonio civile o la cessazione degli effetti civili del matrimonio religioso deve necessariamente procedere unilateralmente mediante l’instaurazione di un procedimento per divorzio giudiziale.

Tale procedimento contenzioso, che necessita obbligatoriamente dell’assistenza di un difensore, s’instaura mediante il deposito della domanda di divorzio giudiziale avanti al Giudice competente per la residenza del coniuge convenuto, contenente le richieste che vengono rimesse alla decisione dello stesso Giudice. Nel caso di accordo già alla prima udienza davanti al Presidente il procedimento diventa consensuale, diversamente prosegue mediante le fasi del processo civile sino alla pronuncia di una sentenza di divorzio.

Si ricorda che con l'entrata in vigore della legge sul "Divorzio breve" (Legge 6 maggio 2015 n. 55) si sono notevolmente ridotti i tempi di attesa dalla separazione per presentare la domanda di divorzio.

I termini di separazione ininterrotta dei coniugi che devono essere trascorsi per presentare la domanda di divorzio sono i seguenti:

1 anno – che decorre dalla data di comparizione dei coniugi avanti al Presidente del Tribunale, nel caso di separazione giudiziale dei coniugi;
6 mesi – che decorrono dalla data di comparazione dei coniugi avanti al Presidente del Tribunale, nel caso di separazione consensuale dei coniugi o dalla data certificata nell'accordo di separazione raggiunto a seguito di convenzione di negoziazione assistita da avvocati ovvero dalla data dell'atto contenente l'accordo di separazione concluso innanzi all’ufficiale dello stato civile;

La nuova legge sul divorzio breve si applica anche ai procedimenti in corso quindi anche ai coniugi legalmente separati prima dell’entrata in vigore della nuova normativa, per i quali non è ancora trascorso il triennio della separazione.

Lo Studio Legale Loveri fornisce la propria consulenza e assistenza ai clienti per trovare l’accordo migliore che tuteli i loro interessi nel caso di crisi matrimoniale, prediligendo, ove possibile, la ricerca di una definizione consensuale del rapporto coniugale e prestando la dovuta assistenza in giudizio, ove necessario, in caso di conflittualità tra i coniugi.

Tempi medi del divorzio giudiziale: rispetto alla procedura di divorzio congiunto, il divorzio giudiziale ha una durata maggiore poiché è a tutti gli effetti una causa civile e, nella media, può durare anche 1 o 2 anni; dipende dalla conflittualità dei coniugi e dal carico di lavoro del Giudice incaricato della gestione della controversia.

Clicca qui per conoscere la documentazione necessaria.

Per qualsiasi informazione o per fissare un appuntamento contatta lo studio ai riferimenti indicati.